La Paolina

La Paolina

Spiaggia La Paolina, dove il cielo si fonde con il mare

Pochi luoghi al mondo possono suscitare emozioni intense e improvvise anche nel turista più avvezzo. La spiaggia La Paolina, una delle più note dell'isola d'Elba, rientra nel novero di questi posti incantevoli e sublimi, quelli dai quali, una volta arrivati, sarà davvero difficile andare via. Situata nella parte nord-occidentale dell'isola d'Elba, ricadente nel comune di Marciana Marina, famoso per l'annuale "Premio Letterario La Tore Isola d'Elba", la Spiaggia della Paolina trae l'origine del proprio nome dal vicino isolotto situato a pochi metri dalla riva e che pare fosse, secondo alcune fonti storiche, il luogo preferito di Paolina Bonaparte, la quale amava spingersi a nuoto a ridosso dello scoglio per poter fare il bagno nuda, lontana da occhi indiscreti. Lunga circa 100 metri, larga poco più di sei metri, situata a poca distanza dai lidi assolati di Redinoce, Procchio e Spartaia, la spiaggia La Paolina è caratterizzata da un arenile di sabbia mista a ghiaia e a ciottoli di diverse forme e dimensioni, circondata da dagli effluvi balsamici della macchia mediterranea. Dall'indiscusso fascino, selvaggio e ancora incontaminato, La Paolina diventa la spiaggia ideale quando soffiano imperiosi i venti provenienti dal meridione, garantendo privacy e relax a chi voglia godere del sole anche in completa solitudine.

Le caratteristiche della spiaggia

Chiamato Castiglione o Castiglioncello in tempi più antichi, lo scoglio della Paolina è tra le vere particolarità della spiaggia. Completamente ricoperto da macchia mediterranea, come ben testimonia il folto bosco di lecci odorosi, l'isolotto, in realtà poco più di uno scoglio circondato dal mare, conserva ancora i resti di un primitivo quartiere edificato, presumibilmente, già in epoca romana. Una volta raggiunto lo scoglio, distante appena qualche bracciata dalla riva ricoperta di posidonia spiaggiata, si potrà ammirare uno degli scorci più suggestivi dell'intera isola d'Elba , quello che si estende da Capo Enfola fino a Guardiola, verso la punta orientale di Procchio. Appartenente al "Parco nazionale dell’Arcipelago Toscano", la spiaggia La Paolina rientra nella "Zona di Protezione speciale dell’Ue Monte Capanne-Promontori dell’Enfola". Esposta al sole solo durante la mattinata e nelle primissime ore del pomeriggio, la "Paolina" è dotata sia di un piccolo stabilimento attrezzato con sdraio, lettini e ombrelloni, sia di un tratto di spiaggia libera. Contraddistinta da fondali bassi, digradanti verso il mare e particolarmente trasparenti, la spiaggia La Paolina è la destinazione ideale per chi viaggia con bambini al seguito, garantendo una balneazione sicura e senza rischi. Date le piccole dimensioni, La Paolina non si presta ai classici giochi da spiaggia. Ma ciò non implica certo che manchi il divertimento. Lo stabilimento balneare, dotato anche di bar e di servizio ristoro, noleggia pedalò ai turisti, consentendo un'escursione imperdibile alla scoperta di uno degli angoli più suggestivi di questo tratto di costa. Certo, la fatica si farà sentire ma i fondali limpidi cristallini, il mare dalle sfumature verdi, i pesci ben visibili e la ricca vegetazione, varranno sicuramente lo sforzo.

Le caratteristiche della spiaggia

Distante un chilometro e mezzo da Procchio, non è certo difficile raggiungere la Paolina. Percorrendo la strada provinciale, occorre seguire la direzione di Marciana Marina. La zona è segnalata con un cartello che reca le indicazioni per arrivare al sentiero che conduce alla spiaggia. In mancanza di parcheggi idonei, le macchine devono essere lasciate lungo la strada ma, per chi volesse utilizzare il trasporto pubblico, durante il periodo estivo si può contare sul servizio bus offerto da Marebus. Il sentiero che porta alla spiaggia, impervio e dissestato, non consente l'accesso ai disabili.